Monthly Archive for: ‘ottobre, 2016’

VIVI LA VITA CHE VUOI

man-thinking

Tempo di lettura di questo post circa 2′ e 30″

Sono appena tornato da Londra, dove ho avuto l’onore e soprattutto il piacere di far parte del team internazionale di assistenti di Richard Bandler e Paul Mckenna ad un corso di due giorni chiamato “Get the life you want” ossia “Vivi la vita che vuoi, potendo vedere ed ascoltare il corso da una prospettiva diversa.

Questi due grandissimi maestri della formazione, hanno dato in soli due giorni a più di 400 partecipanti da tutto il mondo, strumenti pratici per avere davvero la vita che desiderano, ed oggi vorrei condividere con te che leggi questo post, alcuni di questi strumenti.

GESTISCI IL TUO STATO EMOTIVO

Il primo su tutti, è lo stato emotivo, un tema molto importante sul quale la maggioranza dei formatori a livello mondiale concorda che sia determinante per poter riuscire ad avere una vita soddisfacente, e lo penso anche io.

Lo stato emotivo è determinato da quattro fattori determinanti:

La nostra fisiologia, composta dalla nostra postura, e da quello che avviene a livello biochimico nel nostro corpo. Le rappresentazioni interne, ossia le immagini che creiamo nella nostra mente. Il linguaggio con cui ci parliamo e parliamo agli altri. Ed infine, dove decidiamo di portare il nostro focus… Tutto questo mix di elementi crea poi un risultato che è il nostro comportamento.

Saper gestire il proprio stato emotivo, soprattutto di questi tempi, è fondamentale per poter mettere in concreto i comportamenti più funzionali per noi e per le persone con cui interagiamo ogni giorno ed ottenere i risultati che ci siamo prefissati.

LE POWER QUESTIONS

Un altro aspetto fondamentale emerso in questi due giorni, è quello di farsi delle “power questions” cioè delle domande potenti.

Il primo giorno Paul Mckenna, dopo aver spiegato che cos’è lo stato, ha chiesto a tutti i partecipanti in sala di rispondere ad una semplice domanda: Chi o che cosa vi fa sentire felici nella vita?

In sala è piombato l’assoluto silenzio e più di 400 teste si sono messe a scrivere sui loro fogli d’appunti.

È una domanda importante questa, e spesso non ci fermiamo mai abbastanza durante la nostra giornata per porcela e soprattutto per darci una risposta.

PRENDERE BUONE DECISIONI

Richard Bandler, ha poi proseguito con il lavoro fatto da Paul Mckenna sul comportamento, spiegando che la vita è un continuo prendere decisioni, che possono essere buone decisioni, o cattive decisioni, e che è fondamentale per avere una vita soddisfacente prendere ovviamente buone decisioni, rimarcando che spesso prendiamo cattive decisioni perché solamente il pensare di prendere una decisione ci spaventa, facendoci restare li dove siamo.

LO SCOPO

Infine, uno degli argomenti toccati e secondo me più importante, è quello dello scopo.

Portare l’attenzione sulle cose che non funzionano, non è appunto una strategia funzionale. Porsi uno scopo, un perché, può invece determinare automaticamente anche la strategia che metterò in atto per ottenere quello che voglio.

Tutti questi concetti importanti che ho brevemente che condiviso con te, sono alcune degli strumenti su cui si basa la PNL e se vuoi, puoi approfondire ulteriormente al corso che terremo a Milano il 22 e 23 ottobre chiamato appunto “BASI DI PNL”.LINK al corso

Grazie del tempo che hai dedicato per la lettura di questo post, e ricorda una delle cose che Richard Bandler ha detto durante il corso: “In questo mondo, i miracoli dovrebbero essere la regola, non l’eccezione”

Buona continuazione di settimana!
Riccardo